Nello sfortunato caso in cui la compagnia aerea con cui hai prenotato un volo fallisca, hai alcune opzioni per ottenere un rimborso, ma dipende dal tipo di prenotazione (“fai da te”, tramite agenzia o tour operator) e dal metodo di pagamento che hai utilizzato. Ecco tutto quello che devi sapere!

Purtroppo sono diverse le compagnie aeree europee che sono fallite negli ultimi anni. L’ultima e più recente è stata la low cost islandese Wow Air, che ha lasciato a terra circa 3000 passeggeri fra cui diversi italiani.

Ma come comportarsi se malauguratamente proprio la compagnia aerea con cui hai prenotato un volo fallisce? Vediamo tutti i possibili scenari:

Volo prenotato tramite agenzia o tour operator

Se rientri in questa casistica potresti essere tra i più fortunati perché puoi rivolgerti direttamente alla tua agenzia di viaggi o al tour operator per trovare una soluzione alternativa. Se hai prenotato il volo come parte di un pacchetto turistico sarai più tutelato grazie al decreto legislativo 62 del 2018 per cui il viaggiatore riceverà il rimborso del volo prenotato.

Volo acquistato con carta di credito o Paypal

Se hai prenotato il tuo volo direttamente sul sito della compagnia aerea con una carta di credito potrai rivolgerti al tuo istituto di credito per contestare la transazione e verificare la possibilità di ottenerne il rimborso.

Maggiori possibilità di ottenere un rimborso in tempi rapidi esistono invece per chi ha acquistato il biglietto tramite Paypal. In questo caso dovrai accedere al tuo account Paypal ed aprire una “contestazione” entro 180 giorni dalla data del pagamento cliccando su “Centro risoluzioni” e successivamente su “Contestazione di una transazione”.

Per chi invece ha acquistato il biglietto con bancomat o con una carta prepagata, non sarà purtroppo possibile ottenere un rimborso in quanto l’importo pagato è già stato incassato dalla compagnia aerea. Idem per chi ha effettuato il pagamento con bonifico bancario o denaro contante.

È possibile ottenere un rimborso direttamente dalla compagnia fallita? 

In caso di cancellazione di un volo UE, come stabilito dall’ENAC si può chiedere un rimborso per i ritardi causati dalla compagnia aerea, inclusi risarcimenti per cibo, bevande e alloggio. Ma se la compagnia aerea è fallita significa che non ha più liquidità e dunque è altamente improbabile, se non impossibile, che tu riceva un rimborso da quest’ultima!

Come assicurarsi il rimborso del volo in caso di fallimento della compagnia aerea?

Se acquisti online, vale la pena effettuare il pagamento con carta di credito (non ricaricabile) o tramite Paypal se possiedi un account. In questo modo sarai tutelato in caso di fallimento da parte del vettore.

E tu? Hai avuto esperienze di questo genere? Facci sapere qual è stata la tua esperienza, in modo da aiutare chi si trova nella stessa situazione! Puoi raccontarcela nella sezione commenti qui sotto  :-)                       

Infine, prima di partire ricordati sempre di assicurare il tuo viaggio con una polizza che ti copra da eventuali imprevisti e soprattutto in caso di spese mediche urgenti e assistenza sanitaria con rimpatrio organizzato dall’assicurazione! Fai un preventivo direttamente sul sito  www.viaggisicuri.com